Se stai cercando un prodotto di alta qualità Palmitoiletanolamide (PEA) polvere in vendita, allora sei nel posto giusto. Siamo uno dei produttori di Palmitoiletanolamide (PEA) più conosciuti, informati ed esperti in Cina. Forniamo prodotti puri e ben confezionati che sono sempre testati da un laboratorio di terze parti di livello mondiale per garantire purezza e sicurezza. Consegniamo sempre ordini negli Stati Uniti, in Europa, in Asia e in altre parti del mondo. Quindi, se vuoi acquistare Palmitoiletanolamide (PISELLO) polvere della massima qualità possibile, contattaci su cofttek.com.

Domande frequenti sulla palmitoiletanolamide

A cosa serve Palmitoiletanolamide?

La palmitoiletanolamide (PEA) appartiene alla famiglia degli endocannabinoidi, un gruppo di ammidi di acidi grassi. È stato dimostrato che la PEA ha attività analgesica e antinfiammatoria ed è stata utilizzata in numerosi studi controllati incentrati sulla gestione del dolore cronico tra pazienti adulti con diverse condizioni cliniche sottostanti.

La PEA ti fa sballare?

Assunto in dosi di 500 mg-1.5 g per dose, ogni poche ore, la PEA fornisce all'utente una sensazione di euforia, energia, stimolazione e benessere generale. Soprattutto se combinato con l'inibitore di mao-b, l'ordenina, la PEA assume un nuovo livello di euforia e felicità generale.

Quali sono gli effetti collaterali del pisello?

Non sono noti effetti collaterali problematici. Il PEA può essere assunto insieme a qualsiasi altra sostanza. Migliora l'effetto antidolorifico dei classici analgesici e antinfiammatori. La palmitoiletanolamide può essere utilizzata in combinazione con altre sostanze senza effetti collaterali.

La fenetilammina è legale?

La fenetilammina (PEA) è un composto organico, un alcaloide monoammina naturale e un'ammina traccia, che agisce come stimolante del sistema nervoso centrale negli esseri umani.

Quanto dura la PEA?

Se assunto per via orale: l'assunzione di palmitoiletanolamide è POSSIBILMENTE SICURA per la maggior parte degli adulti se utilizzata per un massimo di 3 mesi. I possibili effetti collaterali, come il mal di stomaco, sono molto rari. Non ci sono abbastanza informazioni affidabili per sapere se la palmitoiletanolamide è sicura da usare per più di 3 mesi.

La feniletilamina fallirà un test antidroga?

È importante notare che la melatonina non è strettamente regolamentata dalla Food and Drug Administration (FDA). Questo perché la melatonina non è considerata una droga. Pertanto, può essere venduto come integratore alimentare come vitamine e minerali, che non sono strettamente monitorati dalla FDA.

L'integratore di piselli è sicuro?

Il PEA è una sostanza naturale prodotta dall'organismo; è molto efficace e sicuro da usare come integratore per il dolore e l'infiammazione.

Quanto tempo ci vuole perché i piselli entrino in azione?

I piselli impiegano dai 7 ai 30 giorni per germogliare. I piselli germoglieranno più velocemente se la temperatura del suolo è compresa tra 65 e 70 gradi Fahrenheit. Puoi accelerare il processo di germinazione immergendo i piselli per 24-48 ore prima di piantarli. Naturalmente, ci sono altri fattori che influenzano la velocità con cui i piselli germoglieranno e cresceranno.

Puoi comprare la feniletilamina nei negozi?

Questi integratori se consumati aiutano ad aumentare il livello di attività cerebrale e ridurre lo stress. È disponibile al banco e non è necessaria una prescrizione per acquistarlo. La feniletilamina viene anche utilizzata per migliorare la concentrazione e la concentrazione.

Quanto tempo impiega il pisello a funzionare?

Abbiamo sviluppato questo programma di trattamento dopo aver trattato centinaia di pazienti con dolore neuropatico. Sulla base della nostra esperienza clinica, ipotizziamo che iniziare con la forma sublinguale di PEA per almeno 10 giorni potrebbe aiutare a raggiungere rapidamente livelli terapeutici sufficienti di PEA.

Il pisello aiuta con il sonno?

Un tipo di grasso presente naturalmente nel corpo potrebbe essere la chiave per una buona notte di sonno. I ricercatori sperano che la molecola nota come PEA - o palmitoiletanolamide - non solo possa aiutare con il sonno, ma anche combattere il dolore e ridurre l'infiammazione.

Il pisello è uno stimolante?

La fenetilammina (PEA) è un composto organico, un alcaloide monoammina naturale e un'ammina traccia, che agisce come stimolante del sistema nervoso centrale negli esseri umani.

Quanto tempo la feniletilamina rimane nel tuo sistema?

Può essere assunto insieme ad altri farmaci antidolorifici o da solo, come consigliato dal proprio medico, per favorire il sollievo dal dolore. La PEA può anche aiutare a ridurre la dipendenza da farmaci antidolorifici più forti che causano effetti collaterali indesiderati. Il massimo beneficio potrebbe richiedere fino a 3 mesi, ma i risultati si vedono tipicamente in 4-6 settimane.

Il cioccolato contiene feniletilammina?

Il cioccolato ha la più alta concentrazione in qualsiasi alimento di feniletilamina, che è la sostanza chimica prodotta nel cervello quando una persona è innamorata. Eppure il ruolo dell '“anfetamina al cioccolato” è contestato. La maggior parte se non tutta la feniletilammina derivata dal cioccolato viene metabolizzata prima che raggiunga il sistema nervoso centrale.

Dove si trova la feniletilammina?

Nei mammiferi, la fenetilammina è prodotta dall'amminoacido L-fenilalanina dall'enzima aromatico L-amminoacido decarbossilasi tramite decarbossilazione enzimatica. Oltre alla sua presenza nei mammiferi, la fenetilammina si trova in molti altri organismi e alimenti, come il cioccolato, soprattutto dopo la fermentazione microbica.

Come funziona la PEA per il dolore?

La ricerca ha dimostrato che la PEA possiede proprietà antinfiammatorie e anti-nocicettive e prenderla regolarmente può aumentare la risposta naturale del tuo corpo al dolore smorzando la risposta delle cellule del sistema nervoso che causano dolore.

La feniletilamina ti fa sballare?

Assunto in dosi di 500 mg-1.5 g per dose, ogni poche ore, la PEA fornisce all'utente una sensazione di euforia, energia, stimolazione e benessere generale. Soprattutto se combinato con l'inibitore di mao-b, l'ordenina, la PEA assume un nuovo livello di euforia e felicità generale.

Quanto tempo Hordenine rimane nel tuo sistema?

Nell'orzo, i livelli di ordenina raggiungono un massimo entro 5-11 giorni dalla germinazione, quindi diminuiscono lentamente fino a quando rimangono solo tracce dopo un mese. Inoltre, l'ordenina è localizzata principalmente nelle radici.

La palmitoiletanolamide (PEA) è sicura?

Sebbene la palmitoiletanolamide sia ben tollerata dall'organismo, nel caso in cui le persone notino effetti collaterali, si consiglia di ridurre la dose a 400 mg al giorno.

Ancora più importante, il composto non deve essere assunto per più di tre mesi. L'uso prolungato di PEA può portare a problemi di stomaco. Tuttavia, è un effetto collaterale che è stato notato raramente. Ancora più importante, il PEA non deve essere usato sulla pelle e le donne in gravidanza e in allattamento devono stare lontano dal suo uso poiché non ci sono abbastanza ricerche o prove per affermare che il farmaco è sicuro per questi gruppi. Allo stesso modo, se si soffre di una qualsiasi condizione, è sempre meglio consultare un medico prima di assumere un integratore come Palmitoiletanolamide.

Dove posso trovare Palmitoiletanolamide?

La risposta è Cofttek. Cofttek è un produttore di materie prime per integratori nato nel 2008. L'azienda è estremamente orgogliosa del suo team di ricerca e sviluppo altamente qualificato che lavora XNUMX ore su XNUMX per garantire che la materia prima fornita ai clienti sia di altissima qualità. Ancora più importante, l'azienda investe molto sulla biotecnologia e sui test analitici. Tutti i prodotti venduti dall'azienda sono creati nella loro fabbrica biochimica high-tech su larga scala che vanta sistemi di fornitori maturi e strutture tecniche all'avanguardia. È questo impegno che l'azienda ha assunto per produrre materie prime di alta qualità che ha reso Cofttek un nome ben noto nel mercato delle materie prime. Oggi ha clienti in tutto il mondo.

Cos'è la crema di piselli?

La crema PEA è una crema che contiene una concentrazione ottimale della sostanza naturale e protettiva palmitoiletanolamide (PEA). La crema PEA quindi può essere utilizzata come un buon integratore per l'effetto delle capsule nel corpo.

Che cos'è la palmitoiletanolamide (PEA)?

La palmitoiletanolamide (PEA) è una molecola grassa prodotta in piccole quantità dall'organismo, principalmente in risposta a danni ai tessuti o lesioni ai tessuti o ai muscoli. La PEA è prodotta naturalmente dal sistema immunitario del corpo in risposta al dolore o all'infiammazione. La palmitoiletanolamide, nota anche come PEA, è un lipide presente in natura che rientra nel gruppo delle ammidi degli acidi grassi. Sebbene questo composto sia prodotto dal sistema immunitario del corpo, esiste anche negli animali e nelle piante e quindi può essere derivato da fonti esterne, come tuorlo d'uovo, lecitina di soia, erba medica, latte, arachidi e soia. Il PEA ha potenti proprietà analgesiche ed è quindi in grado di influenzare diverse funzioni fisiologiche fondamentali all'interno dell'organismo.

La PEA viene utilizzata principalmente per scopi antinfiammatori e antidolorifici. Quindi, come funziona la PEA una volta all'interno del corpo? Una volta all'interno del corpo, la PEA si lega a un sito bersaglio che disattiva la funzione infiammatoria della cellula dopo il processo di legame. Ancora più importante, alcune ricerche mostrano che l'effetto analgesico della PEA può essere attribuito alla capacità del composto di ostacolare il funzionamento delle cellule immunitarie specializzate responsabili della trasmissione dei segnali del dolore. Indipendentemente da quale sia il meccanismo esatto, una cosa è certa che la PEA fornisce sollievo dal dolore neuropatico e dall'infiammazione.

Perché abbiamo bisogno di palmitoiletanolamide (PEA)?

Negli ultimi anni, la palmitoiletanolamide (PEA) ha assistito a un improvviso aumento della sua popolarità. Sebbene le proprietà terapeutiche della PEA siano state scoperte negli anni '1950 e da allora, scienziati e ricercatori hanno studiato approfonditamente questo composto, negli ultimi anni l'interesse per la PEA è cresciuto molteplice. Ciò è dovuto principalmente al ruolo protettivo e curativo che il composto può svolgere all'interno del corpo e alla sua capacità di gestire un'ampia varietà di infiammazioni e problemi neuropatici.

Tuttavia, il corpo umano produce PEA in quantità molto piccole e il più delle volte, questa quantità non è sufficiente per sopprimere l'infiammazione e il dolore e quindi, alle persone viene spesso consigliato di assumere integratori di PEA. Alleviare il dolore e l'infiammazione è solo uno dei tanti vantaggi della PEA.

Cos'è la PEA per la fibromialgia?

In quanto sostanza naturale, gli integratori di PEA sono classificati in Australia e in molti altri paesi come prodotti alimentari, non come farmaci. La PEA ha dimostrato di possedere proprietà antinfiammatorie, antinocicettive, anticonvulsivanti e neuroprotettive e viene sempre più utilizzata nel trattamento del dolore cronico.

Cos'è il sollievo dal dolore neuropatico?

Trattamento del dolore neuropatico I farmaci anticonvulsivanti e antidepressivi sono spesso la prima linea di trattamento. Alcuni studi sul dolore neuropatico suggeriscono che l'uso di farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS), come Aleve o Motrin, può alleviare il dolore. Alcune persone potrebbero richiedere un antidolorifico più forte.

Come posso dormire con il dolore neuropatico?

Dormire con le ginocchia sollevate può alleviare i sintomi dolorosi riducendo al minimo la pressione esercitata dai dischi lombari sulle radici nervose. Sdraiati sulla schiena: tieni i talloni e le natiche a contatto con il letto e piega leggermente le ginocchia verso il soffitto.

Come posso trattare il dolore ai nervi a casa?

Strategie per alleviare il dolore ai nervi. Tieni sotto controllo il diabete. Se hai il diabete, tieni sotto controllo la glicemia. Smettila. L'esercizio rilascia antidolorifici naturali chiamati endorfine. Coccola i tuoi piedi. Se i piedi sono affetti da dolore ai nervi, è tempo di concentrarsi su una buona cura del piede.

L'acqua potabile aiuta con la neuropatia?

Non solo l'acqua calda è rilassante, ma può anche stimolare la circolazione in tutto il corpo. "Può fornire un sollievo immediato", afferma Vinik. Ma poiché la neuropatia diabetica può portare a una perdita di sensibilità, assicurati che l'acqua non sia troppo calda prima di entrare.

La palmitoiletanolamide è sicura in gravidanza?

Non deve essere utilizzato da donne in gravidanza. La palmitoiletanolamide può aiutare ad affrontare nutrizionalmente l'infiammazione e il dolore cronico. Dovrebbe essere preso solo sotto controllo medico.

A cosa serve il liquido di piselli?

La PEA ha dimostrato l'efficacia per il dolore cronico di diversi tipi associati a molte condizioni dolorose, in particolare con dolore neuropatico (nervoso), dolore infiammatorio e dolore viscerale come l'endometriosi e la cistite interstiziale.

Da dove viene il pisello?

La palmitoiletanolamide è una sostanza chimica a base di grasso. Si trova naturalmente in alimenti come tuorli d'uovo e arachidi e nel corpo umano. È anche usato come medicinale.

Qual è il trattamento per i piselli?

L'adrenalina deve essere somministrata in dosi da 1 mg per via endovenosa / intraossea (IV / IO) ogni 3-5 minuti durante l'arresto dell'attività elettrica senza polso (PEA). Dosi più elevate di epinefrina sono state studiate e non mostrano alcun miglioramento nella sopravvivenza o negli esiti neurologici nella maggior parte dei pazienti.

Il pisello è comune nei pazienti con ipovolemia?

Nello spettro delle eziologie della PEA, la pseudo-PEA è spesso causata da ipovolemia, tachidiaritmie, ridotta contrattilità cardiaca o ostruzioni della circolazione, come embolia polmonare, tamponamento e pneumotorace tensivo.

Quale delle seguenti è possibile causa reversibile di un ritmo di pisello?

L'ipovolemia e l'ipossia sono le due cause più comuni di PEA. Sono anche i più facilmente reversibili e dovrebbero essere in cima a qualsiasi diagnosi differenziale. Se l'individuo ha un ritorno della circolazione spontanea (ROSC), procedere alla cura post-arresto cardiaco.

Usi di palmitoiletanolamide (PEA)

Negli ultimi anni, la popolarità della palmitoiletanolamide ha assistito a un enorme aumento, principalmente perché le persone sono diventate più consapevoli dei suoi numerosi usi. Oggigiorno, le persone usano la palmitoiletanolamide principalmente per il suo effetto analgesico, ma viene spesso prescritta anche contro malattie gravi, come la malattia di Lou Gehrig, la neuropatia diabetica, la sclerosi multipla, la fibromialgia, la sindrome del tunnel carpale, il glaucoma, l'autismo, l'eczema, l'endometriosi e l'endometriosi. una varietà di altri disturbi. In questi giorni, gli integratori di palmitoiletanolamide (PEA) vengono utilizzati anche dalle persone per promuovere la perdita di peso. Tuttavia, sono necessarie ulteriori ricerche in questo settore.

Benefici della palmitoiletanolamide (PEA)

 Le prime ricerche mostrano risultati promettenti nel trattamento della malattia di Lou Gehrig

La malattia di Lou Gehrig o sclerosi laterale amiotrofica (SLA) è una malattia pericolosa per la vita che porta alla degenerazione dei motoneuroni e alla fine alla paralisi progressiva. Le prime ricerche mostrano che la palmitoiletanolamide, se assunta con riluzolo, può aiutare a migliorare questa condizione. La PEA è un endocannabinoide che migliora la funzione polmonare nei pazienti con SLA.

 Aiuta con la sindrome del tunnel carpale

La sindrome del tunnel carpale è una condizione che colpisce la mano. Le persone che soffrono di questa condizione sperimentano formicolio e intorpidimento della mano. La condizione riguarda l'intera mano, comprese tutte le dita tranne il mignolo. Uno studio del 2017 ha rivelato che il PEA può essere efficacemente usato per trattare le sindromi da compressione, inclusa la sindrome del tunnel carpale. Pertanto, è possibile assumere integratori di PEA per tenere sotto controllo il dolore e il disagio causati dalla sindrome del tunnel carpale.

È anche efficace contro la neuropatia diabetica e la fibromialgia

La neuropatia diabetica è un danno ai nervi indotto dal diabete. Uno dei sintomi più comuni della neuropatia diabetica è un dolore alle gambe e ai piedi. La fibromialgia, d'altra parte, è una condizione che colpisce il sistema muscolo-scheletrico. Oltre a problemi di affaticamento e memoria, il sintomo più comune della fibromialgia è un dolore all'intero sistema muscolo-scheletrico.

Sia la neuropatia diabetica che la fibromialgia sono condizioni dolorose che non sono molto rare. Fortunatamente, il dolore associato ad entrambe queste condizioni può essere controllato con l'uso di palmitoiletanolamide.

 Può essere usato per trattare i sintomi della sclerosi multipla

La sclerosi multipla è una condizione in cui il sistema immunitario inizia ad attaccare la mielina che copre i nervi, che a sua volta porta a una comunicazione ridotta o assente tra il cervello e il resto del corpo. La malattia può essere completamente disabilitante. Tuttavia, la ricerca preliminare mostra che il PEA, se somministrato in combinazione con l'interferone-beta1a, può aiutare ad alleviare i sintomi associati alla sclerosi multipla.

 È efficace contro il glaucoma e i disturbi temporomandibolari

Il glaucoma è una condizione che colpisce il nervo ottico ed è una delle principali cause di cecità tra le persone di età pari o superiore a 60 anni. I disturbi dell'ATM, d'altra parte, causano dolore alla mascella. La ricerca mostra che la palmitoiletanolamide o il PEA possono essere usati per trattare il dolore causato da entrambe queste condizioni.

 Altri benefici

Oltre agli usi sopra menzionati, la PEA è raccomandata anche per il dolore ai nervi e per un analgesico post-operatorio. In alcuni casi, è stato anche usato per trattare altre condizioni, come mal di testa, depressione, eczema, endometriosi, autismo, malattie renali e dolore vulvare. Il PEA ha anche mostrato una certa efficacia contro l'aumento di peso. Tuttavia, sono necessarie ulteriori ricerche in questi settori.

Dosaggio di palmitoiletanolamide (PEA)

Nel corso degli anni, diversi studi hanno utilizzato dosaggi diversi e quindi nessun dosaggio può essere considerato perfetto. Tuttavia, si consiglia alle persone di mantenere l'assunzione del dosaggio di Palmitoiletanolamide (PEA) inferiore a 300-1,200 mg al giorno. Si consiglia a coloro che assumono integratori di Palmitoiletanolamide di assumere 350-400 mg tre volte al giorno e la durata del dosaggio non deve superare i 2 mesi in totale.

Cos'è la palmitoiletanolamide (PEA)?

La palmitoiletanolamide (PEA) è una molecola grassa prodotta in piccole quantità con il corpo, principalmente in risposta a danni ai tessuti o lesioni ai tessuti o ai muscoli. La PEA è prodotta naturalmente dal sistema immunitario del corpo in risposta al dolore o all'infiammazione. La palmitoiletanolamide, nota anche come PEA, è un lipide presente in natura che rientra nel gruppo delle ammidi degli acidi grassi. Sebbene questo composto sia prodotto dal sistema immunitario del corpo, esiste anche negli animali e nelle piante e quindi può essere derivato da fonti esterne, come tuorlo d'uovo, lecitina di soia, erba medica, latte, arachidi e soia. Il PEA ha potenti proprietà analgesiche ed è quindi in grado di influenzare diverse funzioni fisiologiche fondamentali all'interno dell'organismo.

Il PEA viene assunto principalmente per antinfiammatori e riduzione del dolore scopi. Quindi, come funziona la PEA una volta all'interno del corpo? Una volta all'interno del corpo, la PEA si lega a un sito bersaglio che disattiva la funzione infiammatoria della cellula dopo il processo di legame. Ancora più importante, alcune ricerche dimostrano che l'effetto analgesico della PEA può essere attribuito alla capacità del composto di ostacolare il funzionamento delle cellule immunitarie specializzate responsabili della trasmissione dei segnali del dolore. Indipendentemente da quale sia il meccanismo esatto, una cosa è certa che la PEA fornisce sollievo dal dolore neuropatico e dall'infiammazione.

Tuttavia, il corpo umano produce PEA in quantità molto piccola e il più delle volte, questa quantità non è sufficiente per sopprimere l'infiammazione e il dolore e quindi, alle persone viene spesso consigliato di assumere integratori di PEA. Alleviare il dolore e l'infiammazione è solo uno dei tanti vantaggi della PEA. Diamo un'occhiata ad alcuni dei file Benefici della palmitoiletanolamide (PEA).


Perché abbiamo bisogno di Palmitoiletanolamide (PEA)

Negli ultimi anni, Palmitoiletanolamide (PEA) ha assistito a un improvviso aumento della sua popolarità. Sebbene le proprietà terapeutiche della PEA siano state scoperte negli anni '1950 e da allora, scienziati e ricercatori hanno studiato approfonditamente questo composto, negli ultimi anni l'interesse per la PEA è cresciuto molteplice. Ciò è dovuto principalmente al ruolo protettivo e curativo che il composto può svolgere all'interno del corpo e alla sua capacità di gestire un'ampia varietà di infiammazioni e problemi neuropatici.

palmitoiletanolamide
palmitoiletanolamide

Usi di palmitoiletanolamide (PEA)

Negli ultimi anni, la popolarità della Palmitoiletanolamide ha visto un enorme aumento, principalmente perché le persone sono diventate più consapevoli dei suoi diversi usi. In questi giorni, le persone usano Palmitoiletanolamide principalmente per i suoi effetto analgesico, ma viene spesso prescritto anche contro malattie gravi, come la malattia di Lou Gehrig, la neuropatia diabetica, la sclerosi multipla, la fibromialgia, la sindrome del tunnel carpale, il glaucoma, l'autismo, l'eczema, l'endometriosi e una varietà di altri disturbi. Questi giorni, Supplementi di palmitoiletanolamide (PEA) vengono anche utilizzati dalle persone per promuovere la perdita di peso. Tuttavia, sono necessarie ulteriori ricerche in questo settore.

Benefici della palmitoiletanolamide (PEA)

palmitoiletanolamide

Le prime ricerche mostrano risultati promettenti nel trattamento della malattia di Lou Gehrig

La malattia di Lou Gehrig o sclerosi laterale amiotrofica (SLA) è una malattia pericolosa per la vita che porta alla degenerazione dei motoneuroni e alla fine alla paralisi progressiva. Le prime ricerche mostrano che la palmitoiletanolamide, se assunta con riluzolo, può aiutare a migliorare questa condizione. La PEA è un endocannabinoide che migliora la funzione polmonare nei pazienti con SLA. ①.Gabriella Contarini, Davide Franceschini, Laura Facci, Massimo Barbierato, Pietro Giusti & Morena Zusso (2019)

Aiuta con la sindrome del tunnel carpale

La sindrome del tunnel carpale è una condizione che colpisce la mano. Le persone che soffrono di questa condizione sperimentano formicolio e intorpidimento della mano. La condizione riguarda l'intera mano, comprese tutte le dita tranne il mignolo. Uno studio del 2017 ha rivelato che il PEA può essere efficacemente usato per trattare le sindromi da compressione, inclusa la sindrome del tunnel carpale. Pertanto, è possibile assumere integratori di PEA per tenere sotto controllo il dolore e il disagio causati dalla sindrome del tunnel carpale.

È anche efficace contro la neuropatia diabetica e la fibromialgia

Neuropatia diabetica è diabete-indotto danno ai nervi. Uno dei sintomi più comuni della neuropatia diabetica è un dolore alle gambe e ai piedi. La fibromialgia, d'altra parte, è una condizione che colpisce il sistema muscoloscheletrico. Oltre ai problemi di affaticamento e di memoria, il sintomo più comune di fibromialgia è un dolore all'intero sistema muscolo-scheletrico.

Sia la neuropatia diabetica che la fibromialgia sono condizioni dolorose che non sono molto rare. Fortunatamente, il dolore associato ad entrambe queste condizioni può essere controllato con l'uso di palmitoiletanolamide.

palmitoiletanolamide

④ Può essere utilizzato per trattare i sintomi della sclerosi multipla

La sclerosi multipla è una condizione in cui il sistema immunitario inizia ad attaccare la mielina che copre i nervi, che a sua volta porta a una comunicazione ridotta o assente tra il cervello e il resto del corpo. La malattia può essere completamente disabilitante. Tuttavia, la ricerca preliminare mostra che il PEA, se somministrato in combinazione con l'interferone-beta1a, può aiutare ad alleviare i sintomi associati alla sclerosi multipla.

⑤ È efficace contro il glaucoma e i disturbi temporomandibolari

Il glaucoma è una condizione che colpisce il nervo ottico ed è una delle principali cause di cecità tra le persone di età pari o superiore a 60 anni. I disturbi dell'ATM, d'altra parte, causano dolore alla mascella. La ricerca mostra che la palmitoiletanolamide o il PEA possono essere usati per trattare il dolore causato da entrambe queste condizioni.

Altri benefici

Oltre agli usi sopra menzionati, la PEA è raccomandata anche per il dolore ai nervi e per un analgesico post-operatorio. In alcuni casi, è stato anche usato per trattare altre condizioni, come mal di testa, depressione, eczema, endometriosi, autismo, malattie renali e dolore vulvare. Il PEA ha anche mostrato una certa efficacia contro l'aumento di peso. Tuttavia, sono necessarie ulteriori ricerche in questi settori.

Dosaggio di palmitoiletanolamide (PEA)

Nel corso degli anni, diversi studi hanno utilizzato un dosaggio diverso e quindi, nessun dosaggio può essere considerato perfetto. Tuttavia, si consiglia alle persone di mantenere la propria Dosaggio di palmitoiletanolamide (PEA) assunzione inferiore a 300-1,200 mg al giorno. Si consiglia a coloro che assumono integratori di palmitoiletanolamide di assumere 350-400 mg tre volte al giorno e la durata del dosaggio non deve superare i 2 mesi in totale.

La palmitoiletanolamide (PEA) è sicura?

Sebbene la palmitoiletanolamide sia ben tollerata dall'organismo, nel caso in cui le persone notino effetti collaterali, si consiglia di ridurre la dose a 400 mg al giorno.

Ancora più importante, il composto non deve essere assunto per più di tre mesi. L'uso prolungato di PEA può portare a problemi di stomaco. Tuttavia, è un effetto collaterale che è stato notato raramente. Ancora più importante, il PEA non deve essere usato sulla pelle e le donne in gravidanza e in allattamento devono stare lontano dal suo uso poiché non ci sono abbastanza ricerche o prove per affermare che il farmaco è sicuro per questi gruppi. Allo stesso modo, se si soffre di una qualsiasi condizione, è sempre meglio consultare un medico prima di assumere un integratore come Palmitoiletanolamide.

Dove dovrei acquistare la polvere di palmitoiletanolamide (PEA) alla rinfusa?

Se hai intenzione di fare incursione nei mercati degli integratori PEA, ora è il momento perfetto per farlo. Sebbene la curiosità, così come la domanda per questo prodotto, sia in aumento, non ci sono molte aziende che soddisfano questa domanda. Tuttavia, se vuoi creare un'azienda di integratori di palmitoiletanolamide, la prima cosa che devi fare è trovare un fornitore di materie prime di cui ti puoi fidare e su cui fare affidamento. Questo ci porta a una domanda importante: dove dovrei Acquistare Polvere di palmitoiletanolamide (PEA) sfusa?

La risposta è Cofttek. Cofttek è un produttore di materie prime per integratori nato nel 2008. L'azienda è estremamente orgogliosa del suo team di ricerca e sviluppo altamente qualificato che lavora XNUMX ore su XNUMX per garantire che la materia prima fornita ai clienti sia di altissima qualità. Ancora più importante, l'azienda investe molto sulla biotecnologia e sui test analitici. Tutti i prodotti venduti dall'azienda sono creati nella loro fabbrica biochimica high-tech su larga scala che vanta sistemi di fornitori maturi e strutture tecniche all'avanguardia. È questo impegno che l'azienda ha assunto per produrre materie prime di alta qualità che ha reso Cofttek un nome ben noto nel mercato delle materie prime. Oggi ha clienti in tutto il mondo.

La polvere di Palmitoiletanolamide fornita dall'azienda arriva in lotti da 25 kg (palmitoiletanolamide (PEA) Polvere). Ancora più importante, l'azienda dispone di un team di vendita dedicato. Quindi, tutte le tue domande e preoccupazioni saranno sempre trattate con priorità. Se stai cercando di acquistare polvere di Palmitoiletanolamide sfuso, questo è l'unico posto dove fare acquisti: cofttek.com.

Articolo di : Dr. Zeng

Articolo da:

Dr. Zeng

Co-fondatore, leadership amministrativa principale dell'azienda; PhD conseguito presso l'Università di Fudan in chimica organica. Più di nove anni di esperienza nella chimica organica e nella sintesi del drug design; quasi 10 articoli di ricerca pubblicati su riviste autorevoli, con più di cinque brevetti cinesi.

Referenze

(1) Gabriella Contarini, Davide Franceschini, Laura Facci, Massimo Barbierato, Pietro Giusti & Morena Zusso (2019) "Un composito palmitoiletanolamide / luteolina co-ultra micronizzato attenua il punteggio clinico e i marcatori molecolari rilevanti per la malattia in un modello murino di encefalomielite autoimmune sperimentale", Journal of Neuroinflammation,

(2) Maria Beatrice Passavanti, Aniello Alfieri, Maria Caterina Pace, Vincenzo Pota, Pasquale Sansone, Giacomo Piccinno, Manlio Barbarisi, Caterina Aurilio & Marco Fiore (2019) 'Applicazioni cliniche della palmitoiletanolamide nella gestione del dolore: protocollo per una revisione dell'ambito', Volume di recensioni sistematiche,

(3) Eleonora Palma, Jorge Mauricio Reyes-Ruiz, Diego Lopergolo, Cristina Roseti, Cristina Bertollini, Gabriele Ruffolo Pierangelo Cifelli, Emanuela Onesti, Cristina Limatola, Ricardo Miledi, Maurizio Inghillerid (2016) "Recettori dell'acetilcolina del muscolo umano come bersagli farmacologici per la terapia della SLA", Proc Natl Acad Sci US A.,

(4) Di Cesare Mannelli, G. D'Agostino, A. Pacini, R. Russo, M. Zanardelli, C. Ghelardini, A. Calignano (2013) "La palmitoiletanolamide è un agente modificante la malattia nella neuropatia periferica: sollievo dal dolore e neuroprotezione condividono un meccanismo PPAR-alfa-mediato", Mediatori Inflamm.

(5) PALMITOILETANOLAMIDE (PISELLO) (544-31-0)

(6) VIAGGIO ALL'ESPLORAZIONE DI EGT

(7) OLEOYLETHANOLAMIDE (OEA) - LA BACCHETTA MAGICA DELLA TUA VITA

(8) Anandamide VS CBD: quale è meglio per la tua salute? Tutto quello che devi sapere su di loro!

(9) Tutto quello che c'è da sapere sul cloruro di riboside di nicotinamide

(10) Supplementi di L-treonato di magnesio: benefici, dosaggio ed effetti collaterali

(11) I 6 principali benefici per la salute dei supplementi di resveratrolo

(12) I 5 principali vantaggi dell'assunzione di fosfatidilserina (PS)

(13) I 5 principali benefici dell'assunzione di pirrolochinolina chinone (PQQ)

(14) Il miglior integratore nootropico di Alpha GPC

(15) Il miglior integratore antietà di nicotinamide mononucleotide (NMN)