Urolitina in polvere

Cofftek ha la capacità di produrre e fornire in serie urolitina a, urolitina be metilurolitina A alle condizioni di cGMP.

Cosa sono le urolitine?

Le urolitine sono derivati ​​o metaboliti di componenti dell'acido ellagico come gli ellagitannini. Questi componenti chimici sono metabolizzati dai derivati ​​dell'acido ellagico dal microbiota intestinale.

Poiché la flora intestinale è fondamentale per la produzione di urolitine, la quantità di urolitine prodotta nell'organismo dipende dal tipo di organismi presenti nella flora, l'organismo più importante appartenente al gruppo dei Clostridium leptum. È stato riferito che le persone con un microbiota ricco di membri di questo gruppo producono un numero significativamente maggiore di urolitine rispetto a quelle con altra flora intestinale come Bacteroides o Prevotella.

Anche le urolitine vengono prodotte dalla punicalagina nell'intestino, esattamente come gli ellagitannini, e quindi escrete nelle urine. Per controllare la produzione di urolitina nel corpo, i loro livelli devono essere controllati nelle urine della persona che ha consumato cibi ricchi di acido ellagico o integratori con urolitina come ingrediente principale. L'urolitina, una volta nel plasma, può essere rilevata sotto forma di glucuronidi.

Le urolitine sono naturalmente disponibili in diversi alimenti, sebbene non tutte le molecole di urolitine possano essere derivate dal cibo. Una volta ingeriti gli alimenti ricchi di acido ellagico, dipende dalla flora intestinale scomporre ulteriormente ellagitannini e punicalagina in metaboliti intermedi e prodotti finali; molecole di urolitina.

Queste molecole hanno recentemente guadagnato popolarità e continuano a crescere come integratori alimentari grazie ai loro benefici antitumorali, antinvecchiamento, antinfiammatori e autofagici. Inoltre, specifiche molecole di urolitina sono associate a livelli di energia migliorati in quanto hanno un enorme impatto sulla salute dei mitocondri. La produzione di energia nel corpo è un processo che avviene nei mitocondri e migliorare il funzionamento di questo organello è una delle tante funzioni delle Urolitine.

Molecole note di urolitina

Le urolitine si riferiscono collettivamente a diverse molecole che appartengono alla famiglia delle urolitine ma hanno formule chimiche, nomi IUPAC, strutture chimiche e fonti diverse. Inoltre, queste molecole hanno usi e benefici molto diversi sul corpo umano e quindi sono pubblicizzate in modo diverso sotto forma di integratore.

È noto che le urolitine, dopo approfondite ricerche, si scompongono nelle seguenti molecole nel corpo, sebbene non si sappia molto su ogni molecola specifica:

●Urolitina A (3,8-diidrossiurolitina)
●Urolitina A glucuronide
●Urolitina B (3-idrossi-urolitina)
●Urolitina B glucuronide
●Urolitina D (3,4,8,9-Tetraidrossiurolitina)

Urolitina A e Urolitina B, più comunemente note rispettivamente come UroA e UroB, sono i noti metaboliti delle urolitine nel corpo. Queste due sono anche le molecole attualmente utilizzate negli integratori e nelle polveri sostitutive del pasto.

Una volta nel sangue, l'urolitina A è presente come urolitina A glucuronide e l'urolitina B può essere rilevata come urolitina B glucuronide. Per questo motivo, si ritiene che abbiano gli stessi effetti dei loro precursori poiché gli studi in vivo non sono stati possibili con le urolitine. La mancanza di studi in vivo rende difficile valutare se i glucuronidi UroA e UroB hanno un effetto diverso da UroA e UroB stessi.

L'urolitina A ha un altro derivato che può essere rilevato nel sangue, vale a dire l'urolitina A solfato. Tutti questi derivati ​​svolgono le loro funzioni nel sangue e vengono quindi eliminati dal sistema attraverso l'urina.

L'urolitina D è un'altra importante molecola prodotta dagli effetti del microbiota intestinale, tuttavia non si sa molto sui suoi effetti e sui potenziali usi. Attualmente, non viene utilizzato in alcun integratore o sostituto del pasto, a differenza dei suoi omologhi, UroA e UroB. Inoltre, non sono note fonti alimentari di Urolitina D.

Pacchetto informativo sulla polvere di urolitina A

L'urolitina A non è disponibile naturalmente da fonti alimentari e appartiene al gruppo di composti noti come benzocumarine o dibenzo-α-pironi. In realtà viene metabolizzato dagli ellagitannini all'urolitina A 8-metil etere prima di essere ulteriormente scomposto in urolitina A. Questo prodotto finale è disponibile sfuso presso il nostro stabilimento di produzione sotto forma di polvere di urolitina A. La polvere di metilurolitina A è disponibile anche per l'acquisto all'ingrosso, se necessario.

L'urolitina A non è disponibile negli stessi livelli, anche con gli stessi livelli di consumo dei suoi precursori, in persone diverse perché tutto dipende dall'attività del microbiota intestinale. Si ritiene che il metabolismo dell'urolitina A richieda Gordonibacter urolithinfaciens e Gordonibacter pamelaeae, ma alcune persone con questi mostrano ancora un effetto minimo o nullo sulla produzione della molecola.

L'Urolitina A ha caratteristiche specifiche che la distinguono da altri componenti, come quelli citati nella tabella sottostante.

Numero CAS1143-70-0
Purezza98%
Nome IUPAC3,8-Dihydroxybenzo [c] cromen-6-one
Sinonimi3,8-diidrossi-6H-dibenzo(b,d)piran-6-one; 3,8-DIIDRO DIBENZO-(B,D)PYRAN-6-ONE; 3-diidrossi-8H-benzo[c]cromen-6-one; pigmento di castoreo I; Urolitina A; 6H-Dibenzo(B,D)piran-6-one, 6-diidrossi-; 3,8-diidrossi-3,8H-dibenzopiran-6-one); urolitina-A(UA;6-diidrossi-3,8H-dibenzo(b,d)piran-6-one
Formula molecolareC13H8O4
Peso molecolare228.2
punto di fusione> 300 ° C
Chiave InChIRIUPLDUFZCXCHM-UHFFFAOYSA-N
Modulosolido
Forma Polvere giallo chiaro
Metà vitaNon nota
solubilitàSolubile in DMSO (3 mg / mL).
Condizioni di conservazioneDa giorni a settimane: in una stanza buia e asciutta a 0 – 4 gradi C Da mesi ad anni: in congelatore, lontano da liquidi a -20 gradi C.
ApplicazioniUsi dietetici come sostituto del pasto e integratori

Pacchetto informativo sulla polvere di urolitina B

L'urolitina B è un composto fenolico che ha iniziato a essere prodotto in serie solo dal gennaio del 2021. Può essere ottenuto mangiando diversi alimenti che sono fonti naturali di ellagitannini che possono essere metabolizzati in urolitina B. È stato scoperto che è un potente composto anti-invecchiamento che puoi acquistare sfuso sotto forma di polvere di Urolitina B.

Le diverse proprietà della polvere di Urolitina B disponibile presso la nostra azienda di produzione sono menzionate di seguito:

Numero CAS1139-83-9
Purezza98%
Nome IUPAC3-idrossi-6H-dibenzo [b, d] piran-6-one
SinonimiAURORA 226; Urolitina B; AKOS BBS-00008028; 3-idrossi urolitina; 3-idrossi-6-benzo [c] cromenone, 3-idrossibenzo [c] cromen-6-one; 3-idrossi-benzo [c] cromen-6-one; 3-IDROSSIA-6H-DIBENZO [B, D] PYRAN-6-ONE; 6H-Dibenzo (b, d) pyran-6-one, 3-idrossi-; 3-idrossi-6H-benzo [c] cromen-6-one AldrichCPR
Formula molecolareC13H8O3
Peso molecolareX
punto di fusione> 247 ° C
Chiave InChIWXUQMTRHPNOXBV-UHFFFAOYSA-N
Modulosolido
Forma Polvere marrone chiaro
Metà vitaNon nota
solubilitàSolubile a 5 mg/ml quando riscaldato, liquido trasparente
Condizioni di conservazione2-8 ° C
ApplicazioniIntegratore Anti-ossidante e Pro-ossidante ad attività estrogenica.


Oltre a queste principali molecole di Urolitine che si formano a seguito dell'azione della flora intestinale, esistono diverse molecole che sono intermedi formati durante la scomposizione dei precursori. Questi intermedi includono:

●Urolitina M-5
●Urolitina M-6
●Urolitina M-7
●Urolitina C (3,8,9-Triidrossi urolitina)
●Urolitina E (2,3,8,10-Tetraidrossi urolitina)

Al momento non si sa molto su questi intermedi, tuttavia, ulteriori ricerche hanno il potenziale per scoprire i benefici e gli usi di queste molecole di urolitina.

Come funzionano le urolitine?

Le urolitine, come altri composti utilizzati negli integratori, influenzano diversi organi e sistemi del corpo, per produrre i loro effetti benefici. Il meccanismo d'azione delle Urolitine, sia A che B, può essere suddiviso in sei rami principali e ogni ramo ha il potenziale per produrre molteplici benefici.

●Proprietà antiossidanti
Il principale vantaggio di avere proprietà antiossidanti è la riduzione dello stress ossidativo nel corpo. Lo stress ossidativo si riferisce allo stress sulle cellule e sui tessuti del corpo a causa di reazioni chimiche che producono composti instabili, noti anche come radicali liberi. Questi radicali liberi hanno un ulteriore potenziale per partecipare a reazioni chimiche volatili nel corpo, i cui sottoprodotti danneggiano le cellule e i tessuti.

Le urolitine sopprimono questo stress ossidativo, che si traduce nell'inibizione del danno cellulare e aumenta le possibilità di sopravvivenza cellulare. Questi effetti sono resi possibili attraverso la riduzione della produzione di specie reattive dell'ossigeno intracellulare (iROS), che sono un tipo di radicali liberi. Inoltre, le proprietà antiossidanti dell'urolitina A e dell'urolitina B derivano anche dalla ridotta espressione della subunità NADPH ossidasi, che è cruciale per le reazioni chimiche che determinano lo stress ossidativo.

Per produrre le proprietà antiossidanti, le urolitine aumentano anche l'espressione dell'eme ossigenasi-1 antiossidante attraverso la via di segnalazione Nrf2/ARE. Questo li aiuta non solo a ridurre i composti dannosi, ma anche ad aumentare i buoni enzimi che promuovono le proprietà antiossidanti.

Le urolitine, quando somministrate a topi con danno cerebrale indotto da LPS, inibiscono l'attivazione della microglia o, in termini più semplici, la formazione di cicatrici e infiammazioni che aumenterebbero il rischio di danni cerebrali permanenti. Si ritiene che questo effetto delle urolitine sia una miscela di proprietà antiossidanti e proprietà antinfiammatorie.

●Proprietà antinfiammatorie
Le proprietà antinfiammatorie delle Urolitine sono una delle ragioni principali della sua crescente fama nel mondo degli integratori. Il meccanismo attraverso il quale si formano questi composti, in particolare l'Urolitina A, l'Urolitina B e i loro glucuronidi, è molto diverso e produce risultati ugualmente diversi.

L'effetto antinfiammatorio dell'urolitina A e dell'urolitina B ha lo stesso meccanismo dei farmaci antinfiammatori non steroidei o dei FANS come l'ibuprofene e l'aspirina. È noto che le urolitine hanno un effetto inibitorio sulla produzione di PGE2 e sull'espressione di COX-2. Poiché i FANS inibiscono l'espressione sia della COX 1 che della COX 2, si può concludere che le urolitine hanno un effetto antinfiammatorio più selettivo.

È stato dimostrato che le proprietà antinfiammatorie delle urolitine non solo combattono l'infiammazione nel corpo, ma sono anche in grado di invertire il danno arrecato agli organi a causa di un'infiammazione a lungo termine che ha provocato insufficienza d'organo. In un recente studio condotto su modelli animali, è stato scoperto che il consumo di urolitina ha la capacità di mitigare la nefrotossicità indotta da farmaci inibendo la morte e l'infiammazione delle cellule renali.

È stato scoperto che la polvere di urolitina A, somministrata per via orale, ha avuto un effetto inibitorio sulla via dell'infiammazione insieme alla cascata proapoptotica, proteggendo quindi la funzione renale. Queste proprietà dell'urolitina A insieme ad altre urolitine puntano verso un futuro in cui questi composti possono essere usati in medicina insieme al loro uso attuale come integratori.

●Proprietà anticancerogene
Si ritiene che le urolitine siano anticancerogene a causa della loro capacità di avere effetti come l'arresto del ciclo cellulare, l'inibizione dell'aromatasi, l'induzione dell'apoptosi, la soppressione del tumore, la promozione dell'autofagia e della senescenza, la regolazione trascrizionale degli oncogeni e i recettori dei fattori di crescita. Questi effetti, se assenti, possono causare la crescita aberrante delle cellule tumorali. Le caratteristiche preventive delle urolitine sono state dimostrate, in particolare per il cancro alla prostata e al colon, con molti ricercatori che si sono mobilitati per l'uso delle urolitine come potenziale farmaco preventivo per il cancro alla prostata.

Uno studio condotto nel 2018 ha studiato gli effetti dell'urolitina sul percorso mTOR con l'obiettivo di trovare un'opzione di trattamento per il cancro del pancreas. Il cancro al pancreas è associato ad alti tassi di mortalità, ma recenti ricerche mostrano che l'urolitina può essere in grado non solo di aumentare il tasso di sopravvivenza, ma anche di inibire l'innesto di cellule tumorali in altre parti del corpo, con conseguente metastasi. L'urolitina A è stata studiata in modo specifico ei risultati sono stati confrontati con i risultati prodotti dal regime di trattamento standard. Si è concluso che l'urolitina A ha prodotto risultati migliori quando utilizzata per gestire il cancro del pancreas, in entrambe le condizioni; se usato da solo o con il piano di trattamento standard.

Con ulteriori ricerche, i benefici dell'urotilina potrebbero contenere anche il trattamento del cancro del pancreas.

●Proprietà antibatteriche
Le urolitine sono note per le loro proprietà antibatteriche e hanno questo effetto inibendo i canali di comunicazione dei microrganismi, impedendo loro di muoversi o di infettare le cellule. Si ritiene inoltre che abbiano proprietà antimicotiche, sebbene il meccanismo esatto non sia ancora chiaro.

Ci sono due agenti patogeni su cui le urolitine hanno un effetto inibitorio particolarmente forte, con conseguente protezione per il corpo umano. Questi agenti patogeni sono microbi della malaria e Yersinia enterocolitica, entrambi causano gravi infezioni nell'uomo. Il meccanismo attraverso il quale le Urolitine hanno proprietà antibatteriche indipendentemente dall'organismo è lo stesso.

●Proprietà anti estrogenica ed estrogenica
L'estrogeno è un ormone importante nel corpo femminile e il declino dei suoi livelli è associato a sintomi come vampate di calore, vampate di calore e diminuzione della massa ossea. Data l'importanza dell'ormone, ha senso che si cerchi attivamente un sostituto. Tuttavia, gli ormoni esogeni hanno alcuni effetti collaterali che ne rendono indesiderabile l'uso.

Tuttavia, l'urolitina A e l'urolitina B hanno la stessa struttura degli estrogeni endogeni e un'affinità per i recettori degli estrogeni nel corpo. L'urolitina A ha un'affinità più forte, specialmente per il recettore alfa rispetto al recettore beta. Sebbene entrambi questi composti abbiano somiglianze strutturali con gli estrogeni, le urolitine hanno proprietà sia estrogeniche che anti-estrogeniche, a differenza degli estrogeni endogeni.

La dualità di questo effetto delle urolitine le rende una potenziale opzione di trattamento per alcuni disturbi che insorgono quando vengono somministrati estrogeni esogeni per trattare i sintomi della carenza di estrogeni.

●Inibizione della glicazione proteica
La glicazione proteica è un processo in cui una molecola di zucchero è legata a una proteina. Questo processo è visto durante l'invecchiamento o come parte di alcuni disturbi. Le urolitine inibiscono l'aggiunta di zucchero, inducendo quindi effetti anti-glicazione. Inoltre, inibiscono la formazione di prodotti finali di glicazione avanzata, il cui accumulo è un importante passo fisiopatologico nello sviluppo del diabete.

Benefici delle urolitine

Le urolitine hanno diversi meccanismi d'azione per produrre diversi benefici protettivi nel corpo umano. La polvere di Urolitina A e la polvere di Urolitina B aiutano a produrre gli integratori famosi per i benefici degli ingredienti principali. Tutti i vantaggi di questi composti chimici sono supportati da prove scientifiche e sono in corso ulteriori ricerche per supportare l'aggiunta di urolitine nelle linee guida per il trattamento di diversi disturbi.

I vantaggi di questi composti, basati sui meccanismi sopra menzionati, includono:

●Proprietà antiossidanti
Le urolitine vengono estratte da diversi alimenti ricchi di ellagitannini che a loro volta sono noti per essere ricchi di antiossidanti. La fonte alimentare più comune per gli ellagitannini e l'acido ellagico sono i melograni e sono anche un'ottima fonte di antiossidanti. Tuttavia, è importante distinguere se le proprietà antiossidanti della fonte alimentare e delle urolitine sono simili o se una ha un potenziale maggiore dell'altra.

Gli studi iniziali di Urolithin A e Urolithin B hanno mostrato che gli effetti antiossidanti di questi erano 42 volte inferiori a quelli del frutto stesso, il che implicava che questi composti chimici non sarebbero stati buoni ingredienti per gli integratori.

Tuttavia, studi recenti con un diverso metodo di analisi mostrano che l'urolitina A e B sono entrambi abbastanza efficienti e hanno potenti proprietà antiossidanti che combatteranno gli effetti dello stress ossidativo. Quando è stato utilizzato lo stesso metodo di analisi per studiare tutte le urolitine per vedere quale fosse la più potente, l'Urolitina A si è distinta. I risultati sono stati quindi riprodotti in uno studio simile con Urolithin A che ha preso nuovamente il comando della potenza.

In effetti, uno degli studi si è concentrato sulla valutazione delle proprietà antiossidanti di questi composti chimici testando la loro capacità di combattere lo stress ossidativo. Ai fini di questo studio, i ricercatori hanno indotto stress nelle cellule neuronali e quando sono stati esposti alle urolitine, in particolare all'urolitina B, hanno notato una marcata diminuzione dello stress insieme a una maggiore capacità di sopravvivenza delle cellule neuronali.

●Proprietà antinfiammatorie
Le proprietà antinfiammatorie delle Urolitine producono numerosi benefici, tutti scientificamente provati.

1. Effetto antimalarico
Un rimedio casalingo per il trattamento della malaria, ampiamente utilizzato in alcune zone rurali, prevede l'uso del melograno. I ricercatori hanno cercato di comprendere l'effetto positivo di questo rimedio sul trattamento della malaria associando i risultati agli effetti delle Urolitine metabolizzate nell'intestino dal melograno.

È stato condotto uno studio per studiare l'effetto delle urolitine nel trattamento della malaria esponendo le cellule monocitiche infette alle urolitine. Questo studio ha scoperto che i composti chimici inibiscono il rilascio di MMP-9, che è un'importante metalloproteinasi nello sviluppo e nella patogenesi della malaria. L'inibizione del composto inibisce la malaria dall'essere patogeno nel corpo, quindi perché si ritiene che abbia un effetto antimalarico.

I risultati dello studio hanno anche mostrato che le urolitine inibiscono l'espressione dell'mRNA dei patogeni della malaria, determinando un'ulteriore inibizione della capacità dei microrganismi di causare infezioni. I risultati di questo studio dimostrano che gli effetti benefici dei rimedi fatti in casa, incluso il melograno, sono dovuti agli effetti dell'urolitina.

2.Effetto sulle cellule endoteliali
L'aterosclerosi è una condizione comune che porta a insulti cardiaci e infarti del miocardio. I due fattori comuni alla base dello sviluppo dell'aterosclerosi sono la disfunzione endoteliale e l'infiammazione. Recenti studi hanno cercato di dimostrare che le proprietà antinfiammatorie dell'urolitina possono essere in grado di prevenire la disfunzione endoteliale e, quindi, di gestire la formazione e lo sviluppo dell'aterosclerosi.

I ricercatori hanno scoperto che l'urolitina A ha la più alta azione antinfiammatoria tra tutte le urolitine. Un recente studio si è concentrato sulle cellule endoteliali umane incubate con LDL ossidato, un prerequisito per la formazione dell'aterosclerosi, e diverse concentrazioni di Urolitina A. I ricercatori hanno scoperto che l'Urolitina A inibisce l'ossido nitrico sintasi e riduce l'espressione di I-CAM, che ha portato a ridotta infiammazione e ridotta capacità delle cellule, in particolare dei monociti, di aderire alle cellule endoteliali, rispettivamente. La ridotta aderenza monocitica allevia la disfunzione endoteliale.

Inoltre, è stato scoperto che l'urolitina A riduce l'espressione del fattore di necrosi tumorale α, dell'interleuchina 6 e dell'endotelina 1; tutte le citochine proinfiammatorie.

3.Effetto sui fibroblasti nel colon
Il colon è esposto a patogeni esogeni e componenti alimentari che lo rendono vulnerabile all'infiammazione, che a lungo termine può portare a diversi problemi di salute. Poiché l'Urolitina A e l'Urolitina B sono prodotte dalla flora intestinale, è importante conoscere i loro effetti in primo luogo nel corpo in cui si formano.

Per studiare gli effetti delle urolitine sulle cellule del colon e sui fibroblasti, i ricercatori hanno eseguito un esperimento in cui i fibroblasti sono stati esposti a citochine pro-infiammatorie e poi alle urolitine. Come accennato in precedenza, è stato scoperto che le urolitine inibiscono l'adesione dei monociti e la migrazione dei fibroblasti per inibire l'infiammazione nel colon.

Inoltre, è stato scoperto che le urolitine inibiscono l'attivazione del fattore NF-kB, importante per la regolazione dell'infiammazione. In effetti, i ricercatori ritengono che questo sia il principale fattore alla base delle proprietà antinfiammatorie delle urolitine.

●Proprietà anticancerogene
Le urolitine sono associate a proprietà antitumorali e il meccanismo di queste proprietà è menzionato sopra. Tuttavia, i vantaggi di queste proprietà sono menzionati di seguito:

1.Protezione dal cancro alla prostata
Il rilevamento delle urolitine nel corpo viene solitamente effettuato utilizzando il sangue o l'urina; tuttavia, possono essere rilevati sia nel colon di maschi e femmine che nella ghiandola prostatica dei maschi.

Come risultato di questa scoperta, i ricercatori hanno cercato di valutare se i benefici dei composti chimici sono visibili nella ghiandola prostatica come nel colon. Quindi, è stato progettato uno studio, i cui risultati hanno dimostrato che le urolitine hanno un effetto protettivo sulla ghiandola prostatica.

È stato scoperto che Urolithin A e Urolithin B, insieme a Urolithin C e Urolithin D, hanno inibito l'enzima CYP1B1 nella ghiandola prostatica. Questo enzima è il bersaglio della chemioterapia ed è stato fortemente inibito dall'urolitina A, rispetto ad altre urolitine. Hanno anche inibito il CYP1A1, tuttavia, per produrre tale effetto era necessaria una concentrazione più elevata di urolitine.

Un altro studio è stato condotto per studiare gli effetti protettivi della prostata delle urolitine. È stato scoperto che l'urolitina A ha avuto un effetto antitumorale sul cancro alla prostata sia in modo dipendente da p53 che indipendente da p53.

2. Inibizione della topoisomerasi 2 e della CK 2
Le urolitine hanno proprietà antitumorali attraverso l'inibizione di diverse vie molecolari che direttamente o indirettamente determinano l'inibizione della crescita del cancro. L'enzima CK2 è un enzima importante che partecipa a tali percorsi molecolari, con la sua funzione principale di promuovere l'infiammazione e il cancro.

Le urolitine inibiscono diverse vie per raggiungere l'enzima onnipresente, CK2 per inibire infine il suo effetto, come le sue proprietà di promozione del cancro. L'urolitina A ha dimostrato di essere un potente inibitore della CK2, in silico.

Allo stesso modo, si ritiene che l'inibizione della topoisomerasi 2 abbia effetti antitumorali. In effetti, questo meccanismo è utilizzato da alcuni agenti chemioterapici come la doxorubicina. In un recente studio, è stato scoperto che l'urolitina A è più potente della doxorubicina nell'inibire la topoisomerasi 2, quindi, richiedendo la sua aggiunta alle attuali linee guida per il trattamento di alcuni tumori.

●Proprietà antibatteriche
Le proprietà antibatteriche delle urolitine dipendono dall'inibizione del quorum sensing che toglie la capacità del microrganismo di comunicare, muoversi e formare fattori di virulenza. È un meccanismo importante per la sopravvivenza dei batteri e la sua inibizione da parte delle urolitine è mortale per il microrganismo.

La principale proprietà antibatterica dell'urolitina è la sua capacità di proteggere l'intestino dalla crescita eccessiva di Yersinia enterocolitica. Le Urolitine, infatti, sono associate alla modulazione della flora intestinale, la stessa flora responsabile in primis della loro produzione. Ciò è particolarmente importante poiché solo organismi specifici nella flora possono aumentare la produzione di urolitine.

●Proprietà anti estrogenica ed estrogenica
Le urolitine si legano ai recettori degli estrogeni e producono proprietà sia estrogeniche che anti-estrogeniche. Questo lo rende un ottimo candidato per i modulatori selettivi del recettore degli estrogeni o SERM, il cui meccanismo principale è quello di avere un effetto positivo in un'area del corpo e un effetto inibitorio sull'altra area del corpo.

In uno degli studi condotti sugli effetti delle urolitine sui recettori degli estrogeni, è stato riscontrato che esse, in particolare l'urolitina A, inibiscono l'espressione genica delle cellule tumorali dell'endometrio ER-positive, con conseguente soppressione del cancro dell'endometrio. L'ipertrofia endometriale è un effetto collaterale comune degli estrogeni esogeni in post neoplasia come le donne che assumono terapia ormonale sostitutiva e si ritiene che l'uso di urolitine abbia un effetto protettivo sull'endometrio. Tuttavia, sono necessarie ulteriori ricerche prima che Urolithins possa diventare il prossimo farmaco SERM.

●Inibizione della glicazione proteica
La presenza di prodotti finali di glicazione avanzata è un segno distintivo dell'iperglicemia che predispone le persone a lesioni cardiovascolari associate al diabete o addirittura al morbo di Alzheimer. Urolitina A e Urolitina B hanno dimostrato di avere un effetto anti-glicazione che previene gli insulti cardiaci e riduce significativamente il rischio di neurodegenerazione.

Quindi, si ritiene che l'inibizione della glicazione proteica da parte delle Urolitine abbia effetti sia cardioprotettivi che neuroprotettivi.

I vantaggi di Urolithin A in particolare sono menzionati di seguito:

●Aumenta la durata della vita
L'invecchiamento, lo stress e alcuni disturbi possono danneggiare i mitocondri, che sono fondamentali per la normale produzione e l'utilizzo di energia nel corpo. Inoltre, i mitocondri sono spesso indicati come la "centrale energetica della cellula", il che implica la sua importanza per il normale funzionamento della cellula. Quindi, qualsiasi danno a questa centrale elettrica influenzerebbe negativamente la cella e ne ridurrebbe significativamente la durata.

Le urolitine inducono un effetto specifico noto come mitofagia che consente al corpo di rimuovere i mitocondri danneggiati, indipendentemente dal motivo del danno, e aumentare la durata della vita. In base all'entità del danno, i mitocondri possono essere riciclati per i nutrienti e la produzione di energia.

●Neuroprotettivo
Come accennato in precedenza, le urolitine hanno proprietà antinfiammatorie e sono queste proprietà che promuovono la formazione delle cellule neuronali nel cervello, che ha un effetto positivo sulla cognizione e sulla conservazione della memoria. Inoltre, l'urolitina A protegge dalla neurodegenerazione osservata con il morbo di Alzheimer, da cui derivano gli effetti neuroprotettivi.

●Prevenire il cancro alla prostata
L'urolitina A ha proprietà antitumorali ma sono particolarmente visibili nel caso del cancro alla prostata, con diversi studi che promuovono l'uso del melograno e di altre fonti di urolitine per il trattamento del cancro alla prostata.

●Trattare l'obesità
L'urolitina A ha effetti anti-obesità in quanto non solo inibisce l'accumulo di cellule adipose nel corpo ma inibisce anche i marcatori responsabili dell'adipogenesi. In uno studio condotto su modelli animali, è stato scoperto che l'urolitina A ha un effetto elevante sull'ormone tiroideo T3, che si traduce in un aumento del dispendio energetico nei topi. Ciò induce la termogenesi e fa sciogliere il grasso bruno, mentre il grasso bianco viene indotto alla doratura.

Nello stesso studio, è stato scoperto che l'URolitina A ha un effetto preventivo sull'obesità anche nei topi alimentati con una dieta ricca di grassi. Ciò mostra una grande promessa per quanto riguarda l'obesità e i ricercatori hanno chiesto applicazioni umane di questi risultati per poter utilizzare potenzialmente questo composto per combattere la pandemia di obesità.

I vantaggi di Urolithin B sono i seguenti:

●Prevenire la perdita muscolare
Urolithin B condivide alcuni dei vantaggi di Urolithin A ma ha un vantaggio specifico, unico solo per se stesso. L'urolitina B è nota per prevenire la perdita muscolare sia negli stati fisiologici che patologici. Inoltre, promuove la crescita del muscolo scheletrico aumentando la sintesi proteica nei muscoli.

Ha anche un effetto preventivo sull'atrofia muscolare, come si è visto in uno studio condotto su topi a cui era stato reciso il nervo sciatico. Ciò avrebbe portato all'atrofia muscolare, ma i topi sono stati impiantati con mini pompe osmotiche che davano loro continuamente Urolitina B. È stato scoperto che questi topi hanno il loro percorso ubiquitina-proteasoma represso, il che ha portato a una chiara mancanza di atrofia muscolare nonostante il sezionamento del nervo sciatico .

Dosaggio di urolitine

Le urolitine sono derivate da composti naturali e i loro integratori sono considerati ben tollerati senza reporter di tossicità. Tuttavia, è importante tenere presente che questi composti sono ancora in fase di ricerca e hanno limiti di dosaggio che dovrebbero essere rigorosamente seguiti.

●urolitina A
Dopo approfondite ricerche sui benefici dell'urolitina A, sono stati eseguiti diversi studi di ricerca per valutare il giusto dosaggio di questo composto chimico. Lo studio di assorbimento, digestione, metabolismo ed eliminazione è stato eseguito per analizzare le caratteristiche del composto.

Lo studio è stato diviso in due, a seconda del numero di giorni, e si è riscontrato che lo studio di 28 giorni con 0, 0.175, 1.75 e 5.0% di urolitina A mescolato nella dieta e lo studio di 90 giorni con 0, 1.25, 2.5 e 5.0% di urolitina A miscelate nella dieta non hanno mostrato alterazioni nei parametri clinici, ematochimici o ematologici e non hanno implicato alcun meccanismo tossico specifico. Entrambi gli studi hanno avuto la dose più alta testata al 5% UA in peso nella dieta che ha portato ai seguenti dosaggi; 3451 mg/kg di peso corporeo/giorno nei maschi e 3826 mg/kg di peso corporeo/giorno nelle femmine nello studio orale di 90 giorni.

●urolitina B
Simile a Urolithin A, Urolithin B è stato ampiamente studiato per valutare il dosaggio perfetto. Sebbene sia importante notare che gli studi si sono concentrati sul dosaggio sicuro per ottenere un aumento muscolare ottimale. Questa dose è risultata essere 15uM, per entrambi i sessi, indipendentemente dal peso.

●Urolitina A 8-metiletere
Anche questo composto viene utilizzato, principalmente perché è un intermedio durante la produzione di Urolitina A. Tuttavia, non sono state condotte ricerche sufficienti per determinare un dosaggio appropriato per questa specifica Urolitina.

Fonti alimentari di urolitine

Le urolitine non si trovano naturalmente in nessuna fonte di cibo, tuttavia si trovano come ellagitannini. Questi tannini si scompongono in acido ellagico, che si metabolizza ulteriormente in Urolitina A 8-Metilico etere, quindi in Urolitina A e infine Urolitina B. Gli alimenti ricchi di Urolitina sono:

Fonte alimentareAcido ellagico
Frutta (mg/100g peso fresco)
More150
Lamponi neri90
Boysenberries70
lamponi315.1
Melagrana> 269.9
Lamponi270
Rosa canina109.6
Fragole77.6
marmellata di fragole24.5
Lamponi gialli1900
Frutta a guscio (mg/g)
Noci pecan33
Noci59
Bevande (mg/L)
Succo di melograno811.1
Cognac31-55
Vino rosso invecchiato in rovere33
Whisky1.2
Semi (mg/g)
Lamponi neri6.7
Lamponi rossi8.7
Boysenberries30
Mango1.2


Come si vede nella tabella, i lamponi sono il frutto con gli ellagitannini e l'acido ellagico più alti, con il melograno al secondo posto. Il succo di melograno, tuttavia, è in realtà una fonte più potente, quasi tre volte più potente dei lamponi.

È importante notare che il contenuto di acido ellagico nelle risorse alimentari non equivale alla stessa quantità di urolitina nel corpo. La biodisponibilità delle URolitine dipende fortemente dal microbiota intestinale di ogni individuo.

Perché dovresti acquistare dalla nostra fabbrica di produttori?

Urolithin Powder A e Urolithin Powder B sono disponibili sfusi, presso il nostro stabilimento di produzione che integra produzione, ricerca, sviluppo e vendita di tali integratori. I nostri prodotti sono realizzati con estrema precisione per seguire tutte le linee guida di sicurezza, che garantiscono l'alta qualità e la sicurezza del prodotto finale. Tutti i prodotti sono studiati prima della produzione e vengono accuratamente testati durante e dopo la produzione per soddisfare i tuoi standard di qualità.

Dopo la produzione, i prodotti vengono testati ancora una volta nei nostri laboratori per verificare la qualità, la potenza e la sicurezza delle polveri di Urolitina e di altri prodotti. Una volta pronti per la distribuzione, i prodotti vengono confezionati e stoccati in strutture adeguate, alla giusta temperatura, seguendo tutte le linee guida per garantire che il prodotto di alta qualità ti raggiunga. Le polveri di urolitina non sono esposte alla luce solare durante il trasporto, l'imballaggio o lo stoccaggio in quanto ciò potrebbe danneggiare il prodotto finale.

L'acquisto di polvere di Urolitina A e polvere di Urolitina B dalla nostra fabbrica garantisce un prodotto di alta qualità a prezzi molto convenienti.

Riferimento:

  1. Totiger TM, Srinivasan S, Jala VR, et al. Urolitina A, un nuovo composto naturale per indirizzare il percorso PI3K/AKT/mTOR nel cancro del pancreas. Mol Cancro Ther. 2019;18(2):301-311. doi:10.1158/1535-7163.MCT-18-0464.
  2. Guada M, Ganguula R, Vadhanam M, Ravi Kumar MNV. L'urolitina A mitiga la nefrotossicità indotta dal cisplatino inibendo l'infiammazione renale e l'apoptosi in un modello sperimentale di ratto. J Pharmacol Exp Ther. 2017; 363 (1): 58-65. doi:10.1124/jpet.117.242420.
  3. Juan Carlos Espín, Mar Larrosa, María Teresa García-Conesa, Francisco Tomás-Barberán, "Significato biologico delle urolitine, i metaboliti derivati ​​dall'acido ellagico microbico: le prove finora", Medicina complementare e alternativa basata sull'evidenza, vol. 2013, ID articolo 270418, 15 pagine, 2013. https://doi.org/10.1155/2013/270418.
  4. Lee G, Park JS, Lee EJ, Ahn JH, Kim HS. Meccanismi antinfiammatori e antiossidanti dell'urolitina B nella microglia attivata. Fitomedicina. 2019;55:50-57. doi:10.1016/j.phymed.2018.06.032.
  5. Han QA, Yan C, Wang L, Li G, Xu Y, Xia X. L'urolitina A attenua la disfunzione endoteliale indotta da ox-LDL in parte modulando il microRNA-27 e la via ERK/PPAR-γ. Mol Nutr Ris. Alimentare. 2016;60(9):1933-1943. doi:10.1002/mnfr.201500827.